linguaggi processi prodotti teatrali lunedì, 10 Dicembre 2018
eventi e manifestazioni
» RE.TE
» Centro Permanente di Cultura dei Valori Civili
   
corsi e laboratori
» Paradiso Terrestre
   
spettacoli
» Incidenti di percorso
» Menes ragazzo egiziano
» L'Inferno di Dante
» Vecchi Vagoni
» Compito in classe
» L'albero incantato
   
visite guidate teatrali
» musei, mostre, percorsi e luoghi
   
L'altra Scuola
» L'Altra scuola
   
VISITE GUIDATE TEATRALI
 
musei, mostre, percorsi e luoghi
valorizzazione del bene culturale



agilità e divertimento come intermediari tra cultura, arte, bellezza e pubblico
opere d'arte, oggetti, paesaggi e monumenti rivivono sotto gli occhi dei visitatori

Per trasmettere un contenuto, specialmente quando è ricco e profondo, il linguaggio abitualmente parlato può non bastare. Così come, per quanto suggestivi, non sono sufficienti un dépliant o una scheda di presentazione, per evocare le struggenti memorie legate ai rintocchi di un campanile, i sentimenti delle ragazze che indossarono negli anni quel grembiule ricamato per la festa, la poesia del falegname che inventa balaustre per le case dei compaesani, un ballo popolare, una poesia dialettale, il mistero del personaggio grottesco che ricompare ogni anno nel carnevale, il solenne e indifferente modo di segnare il tempo delle meridiane, i segreti di materiali e attrezzi conservati in un museo o in un castello

La modalità con cui C.A.S.T. si relaziona con i luoghi è parte integrante della sua idea di teatro: C.A.S.T. non mette semplicemente in scena storie, ma parte dalla comprensione dei luoghi in cui opera per ri-presentarli attraverso l'azione spettacolare, valorizzandone le caratteristiche culturali ed estetiche e restituendo a chi li abita coscienza del loro valore, e raccontando a chi non li conosce la loro storia insieme a quella delle comunità di cui sono i silenziosi testimoni.

Assassinio al borgo
La rocca abitata
Trilogia dell'automobile
La barca di RA

 
  ... improvvisamente, mentre correvo per prendere il pullman, comparve davanti a me una delle più grandi pozzanghere d'Europa, segnalata anche sulle cartine geografiche...