linguaggi processi prodotti teatrali lunedì, 10 Dicembre 2018
eventi e manifestazioni
» RE.TE
» Centro Permanente di Cultura dei Valori Civili
   
corsi e laboratori
» Paradiso Terrestre
   
spettacoli
» Incidenti di percorso
» Menes ragazzo egiziano
» L'Inferno di Dante
» Vecchi Vagoni
» Compito in classe
» L'albero incantato
   
visite guidate teatrali
» musei, mostre, percorsi e luoghi
   
L'altra Scuola
» L'Altra scuola
   
SPETTACOLI
 
Compito in classe
Spettacolo teatrale per gli studenti delle scuole elementari



Anno scolastico 2012-2013
Regia di Claudio Montagna
Compito in classe nasce dalla volontà di riflettere sulle tematiche e sulle problematiche della scuola vista attraverso lo sguardo di chi la vive quotidianamente. Lo spettacolo è costruito sull'interazione tra il pubblico, composto principalmente da ragazzi, e dagli attori che di volta in volta interpretano i vari ruoli della vita scolastica: allievo, insegnante, bidello, dirigente.

Una normale giornata scolastica, oppressa da una pioggia incessante e dalla prospettiva poco piacevole di un compito in classe.

La drammatica comicità della vita quotidiana viene interrotta da un annuncio inquietante: la pioggia sta diventando un diluvio, e il livello dell'acqua è cresciuto così tanto, che la scuola si sta sradicando dalle fondamenta!
Come salvarsi? E come salvare la scuola?

L'unico modo di salvarla, per alleggerirla affinché possa galleggiare, sembra quello di buttare via “il superfluo”: ma qual è il superfluo? sarà questa la soluzione?

C.A.S.T. propone una giornata di lavoro e di riflessione articolata nel modo seguente:

  • All'inizio della mattinata è prevista la messa in scena dello spettacolo “Compito in Classe” in versione ridotta e senza finale. Lo spettacolo si interrompe nel momento in cui tutto viene considerato superfluo, perciò tutto viene buttato. Ma la scuola, nonostante questo, naufraga miseramente.
  • Ai ragazzi viene chiesto di inventare in classe il finale dello spettacolo. Di riflettere dunque sugli effetti provocati dalla scelta di buttare tutto e sulle possibili alternative.
  • Gli attori di C.A.S.T. raccolgono nel corso della mattinata, i diversi suggerimenti e le diverse suggestioni che arrivano dai gruppi di lavoro.
  • Al termine della giornata, per i ragazzi e per i loro genitori, verrà riproposto lo spettacolo in versione integrale, ma con i diversi finali provenienti dai gruppi-classe.

C.A.S.T. realizza iniziative, eventi e spettacoli in cui il teatro è strumento e tramite per raggiungere obiettivi diversi da quelli dello spettacolo in sé. Abbraccia, perciò, strategie e progetti culturali, didattici, ricreativi, socio culturali, educativi o riabilitativi.

Il teatro viene utilizzato efficacemente come veicolo per comunicare o acquisire contenuti, riflettere facendo riflettere, rievocare avvenimenti, attivare percorsi di conoscenza o eventi comunitari.

Un “teatro su misura” che varia, in base alle esigenze di dimensione, durata, collocazione spaziale e temporale, ripetibilità, relazione qualitativa e quantitativa tra attori e spettatori.

Lo spettacolo "Compito in classe" è stato replicato diverse volte al Teatro Araldo, in molte scuole elementari delle Valli di Lanzo (in occasione del progetto teatrale RE.TE) e in diverse scuole di Torino e provincia.

 
  ... ci occupiamo sia dei prodotti teatrali, sia dei processi relazionali da cui essi hanno origine.